DSM-5 List of Mental Disorders The DSM-5, scheduled for publication in 2013, will be the latest version of the American Psychiatric Association’s Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders. Note: This chart lists major diagnostic and statistical manual of mental disorders dsm v pdf only and is not meant to be comprehesive.

The three main characteristics of autism are: 1. The disorder is highly variable and is now described in terms of a spectrum rather than a set of discrete categories. For example, Asperger’s, once classified separately, is now considered by many experts to be a form of high-functioning autism. Males are 4 times more likely to be autistic than females. Attention Deficit Hyperactivity Disorder and in most cases is characterized by: 1. Dyslexia is a very broad term defining a learning disability that impairs a person’s ability to read. It is not connected in any way with intelligence.

Also known as Major Depressive Disorder or Unipolar Depression, this type of recurrent depression is characterized by an all-encompassing low mood, diminished self-esteem, and a loss of interest in normally enjoyable activities. Individuals with panic disorder have recurring panic attacks and often the fear of the attacks themselves become the focus of their anxiety. A phobia is a persistent fear of a certain object or situation in which the individual goes to great lengths to avoid the object or situation in a way that is irrational and disproportional to the actual danger posed. Common phobias include a fear of insects, dogs, boats, needles, airplanes, elevators, etc. It is often expressed in the form of headaches, fidgeting, nausea, irritability, fatigue, or insomnia. Common compulsions include excessive handwashing, repeated checking, nervous rituals, or extreme hoarding.

PTSD stands for Post-traumatic Stress Disorder and can develop after exposure to extreme trauma such as sexual abuse, physical assault, or certain wartime experiences. Symptoms include flashbacks, nightmares and hypervigilance. Depersonalization Disorder is characterized by frequent feelings of detachment from oneself combined with an awareness of the detachment. To someone experiencing depersonalization, the external world feels strange and unreal and a person can even get the sense that they are watching themselves from a third person perspective. However, unlike in psychosis, the individual remains very much aware of their own existence and is, in fact, overly aware of it. A person who suffers from Illness Anxiety Disorder is commonly known as a hypochondriac.

Such as person constantly worries about their health even when they have no reason to do so and often any minor symptom is perceived as being a sign of a serious illness. The term originates in Freud’s belief that, in such cases, a person’s anxiety is being ‘converted’ into physical symptoms. Anorexia nervosa is characterized by a distorted self-perception and an irrational fear of gaining weight resulting in excessive food restriction and extreme weight loss. It usually develops during adolescence and early adulthood and can lead to serious metabolic and hormonal problems. Narcolepsy is a chronic sleep disorder characterized by excessive sleepiness and sudden sleep attacks at inappropriate times during the day.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze. Disability-adjusted life year stimato per disturbo ossessivo-compulsivo per 100. Le ricerche hanno dimostrato che il DOC è molto più comune di quanto si pensasse. Circa un individuo su 50 tra adolescenti e adulti è affetto da disturbo ossessivo-compulsivo. A causa della natura molto personale di questo disordine, e anche per via della paura di essere giudicati, potrebbero esistere molte persone afflitte da DOC che lo nascondono, e la percentuale quindi potrebbe essere più alta. I sintomi esordiscono dopo l’età di trentacinque anni e la metà delle persone li sviluppa prima dei venti.

In Europa, dal XIV al XVI secolo, si riteneva che le persone che presentavano comportamenti o pensieri ossessivi fossero posseduti dal demonio. Il DOC è riconosciuto come un disordine psichico serotoninergico, in quanto è stato dimostrato che nei pazienti affetti da tale patologia è evidenziata una disfunzione nella trasmissione della serotonina tra i neuroni cerebrali. L’origine genetica, pur presente, spiega solo alcuni dei casi: studi sui gemelli monozigoti hanno dimostrato, infatti, che se essi vengono separati e posti in condizioni diverse, possono non contrarre tutti il DOC ma, ad esempio, può esserne affetto solo uno dei due o più fratelli. La causa potrebbe derivare dalla reazione eccessiva allo streptococco B-emolitico di gruppo A. Schema dei gangli della base con il corpo striato, il nucleo caudato e l’amigdala. Si pensa che quest’area sia direttamente coinvolta nella genesi dei comportamenti ossessivo-compulsivi. Inoltre i sintomi possono scatenarsi la prima volta o acutizzarsi, anche temporaneamente, in condizioni di stress eccessivo o a causa di uno shock emotivo o evento traumatico.

Lo stesso argomento in dettaglio: Fasi dello sviluppo psicosessuale secondo Freud. Per la psicoanalisi il disturbo rientra tra le varie nevrosi sviluppabili con le diverse “fissazioni” nelle varie fasi di sviluppo, specialmente nella seconda fase. Sigmund Freud ammise la difficoltà di curare la “nevrosi ossessiva” con il metodo psicoanalitico dopo averlo studiato su un suo paziente, noto negli scritti freudiani come “l’uomo dei topi” o “l’uomo dei ratti”, un avvocato il cui vero nome era Ernst Lanzer. Freud descrisse anche la storia clinica di un tipico caso di “fobia nel toccare” che parte dalla prima infanzia, quando la persona ha un forte desiderio di toccare un oggetto.

In risposta, la persona sviluppa una “proibizione esterna” contro questo tipo di azione. Il disturbo viene riconosciuto come tale solo se compromette il normale ritmo delle attività quotidiane e il funzionamento sociale e lavorativo del soggetto e se non può essere meglio giustificato da altri disturbi d’ansia o da malattie psichiatriche dovute a condizioni mediche generali. Affinché venga diagnosticato un disturbo ossessivo-compulsivo devono essere presenti o soltanto ossessioni, oppure ossessioni e compulsioni. L’individuo si rende conto che i pensieri, le immagini o gli impulsi sono frutto della propria mente. Le compulsioni possono riguardare diverse tematiche come la contaminazione, il perfezionismo, l’ordine, il controllo.